Pagina:Bergamo e sue valli, Brescia e sue valli, Lago d'Iseo, Valcamonica.djvu/83: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
Nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
<small>un ripido sentiero che sale dalla ''valletta d’Ezendola''. Dal Passo è facile l’ascensione al M. Ezendola (2177&nbsp;m., 1&nbsp;ora). Si discende dal Passo a Breno in 4&nbsp;ore per l’''alpe Burnega'' (1575&nbsp;m.), ''Sucinva'' (850&nbsp;m.) e ''Malegno''.
<small>un ripido sentiero che sale dalla ''valletta d’Ezendola''. Dal Passo è facile l’ascensione al M. Ezendola (2177&nbsp;m., 1&nbsp;ora). Si discende dal Passo a Breno in 4&nbsp;ore per l’''alpe Burnega'' (1575&nbsp;m.), ''Sucinva'' (850&nbsp;m.) e ''Malegno''.


3. a '''Breno''' e '''Capo di Ponte''' per la ''valle Glegna'' ed il ''passo Campelli'' (1892&nbsp;m.). Da Schilpario ai ''Fondi'' (m.&nbsp;1229) buona rotabile lungo il torrente Dezza, (sentiero interessante che abbrevia). Dai Fondi ima mulattiera sale la ''val Campelli'', continuazione di quella del Dezza, e per la ''Malga di Cima di Bosco'' (1563&nbsp;m.) e la ''Malga alta di Campelli'' (1840&nbsp;m.), giunge al ''Passo Campelli''. Ricca flora. Discesa per la ''val Glegna''; presso le ''baite del Mella'' (1562&nbsp;m.) depositi di minerale di ferro scavati dai ''monti Cüel'' (2196&nbsp;m.) e Elto (2148&nbsp;m.), situati fra ''val Glegna'' e ''val di Paisco'', due valli comunicanti per i ''passi di Tinerli'' (2111&nbsp;m.), del ''Garzeto'' (2031&nbsp;m.) e del ''Gabigno'' (1981&nbsp;m.), quest’ultimo assai più frequentato. Dalle ''baite del Mella'', pel ''Passo delle Blese'' (2197&nbsp;m.) e i ''passi di Baione'' (2180&nbsp;m.), a ''villa di Lozio'' (3&nbsp;ore&nbsp;1/2).
3. a '''Breno''' e '''Capo di Ponte''' per la ''valle Glegna'' ed il ''passo Campelli'' (1892&nbsp;m.). Da Schilpario ai ''Fondi'' (m.&nbsp;1229) buona rotabile lungo il torrente Dezza, (sentiero interessante che abbrevia). Dai Fondi una mulattiera sale la ''val Campelli'', continuazione di quella del Dezza, e per la ''Malga di Cima di Bosco'' (1563&nbsp;m.) e la ''Malga alta di Campelli'' (1840&nbsp;m.), giunge al ''Passo Campelli''. Ricca flora. Discesa per la ''val Glegna''; presso le ''baite del Mella'' (1562&nbsp;m.) depositi di minerale di ferro scavati dai ''monti Cüel'' (2196&nbsp;m.) e Elto (2148&nbsp;m.), situati fra ''val Glegna'' e ''val di Paisco'', due valli comunicanti per i ''passi di Tinerli'' (2111&nbsp;m.), del ''Garzeto'' (2031&nbsp;m.) e del ''Gabigno'' (1981&nbsp;m.), quest’ultimo assai più frequentato. Dalle ''baite del Mella'', pel ''Passo delle Blese'' (2197&nbsp;m.) e i ''passi di Baione'' (2180&nbsp;m.), a ''villa di Lozio'' (3&nbsp;ore&nbsp;1/2).


Dopo le baite del Mella la mulattiera che scende dal ''Passo Campelli'' conduce in 2 ore circa a ''Capo di Ponte'' (362&nbsp;m.), sulla strada della val Camonica a 10&nbsp;km. da Breno e a 20&nbsp;km. da Edolo; un’altra mulattiera segue la riva sinistra del torrente e pure in 2&nbsp;ore, per ''Pescarzo'', conduce a ''Capo di Ponte'', è però meno frequentata.
Dopo le baite del Mella la mulattiera che scende dal ''Passo Campelli'' conduce in 2 ore circa a ''Capo di Ponte'' (362&nbsp;m.), sulla strada della val Camonica a 10&nbsp;km. da Breno e a 20&nbsp;km. da Edolo; un’altra mulattiera segue la riva sinistra del torrente e pure in 2&nbsp;ore, per ''Pescarzo'', conduce a ''Capo di Ponte'', è però meno frequentata.
8 962

contributi