Pagina:Bergamo e sue valli, Brescia e sue valli, Lago d'Iseo, Valcamonica.djvu/37: differenze tra le versioni

nessun oggetto della modifica
(Correzione pagina via bot (from toolserver))
Nessun oggetto della modifica
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 1: Riga 1:
<small>Ultimi, di una serie di illustri, furono Bernardo Tasso ed il di lui figlio Torquato, nato a Sorrento l’11 marzo 1544 e morto a Roma il 25 aprile 1595 alla vigilia del giorno stabilito da Papa Clemente VIII per la sua incoronazione in Campidoglio.
{{Smaller block|Ultimi, di una serie di illustri, furono Bernardo Tasso ed il di lui figlio Torquato, nato a Sorrento l’11 marzo 1544 e morto a Roma il 25 aprile 1595 alla vigilia del giorno stabilito da Papa Clemente VIII per la sua incoronazione in Campidoglio.


Visitato Cornello, con una mezz’ora di strada mulattiera si raggiunge ''Camerata'', sede del comune e della parrocchia, e poi con altri 20 minuti di discesa si arriva al ponte Ombrembo, per poi far ritorno a S. Giovanili Bianco.
Visitato Cornello, con una mezz’ora di strada mulattiera si raggiunge ''Camerata'', sede del comune e della parrocchia, e poi con altri 20 minuti di discesa si arriva al ponte Ombrembo, per poi far ritorno a S. Giovanili Bianco.
Riga 5: Riga 5:
2. a '''Serina, Nembro ed Albino''' in Val Seriana (vedi più avanti Cap. {{Pt|II|[[../II|II]]}} n. 2 e 6) Passato il ponte, un sentiero passando per le contrade ''Rendai'' e ''Callabà'', conduce a ''San Gallo'' (720&nbsp;m.){{Ec||.}} Si passa alla chiesetta della Trinità e si raggiunge ''Dossena'' (vedi n. 5, da San Pellegrino). Da Dossena una comoda mulattiera (1&nbsp;ora) passando per la Tribulina, conduce a ''Serina'', (823&nbsp;m.) ― Da Serina (40&nbsp;min.) per una carrozzabile si arriva a ''Cornalba'' e di là passando per la ''Forcella'' (897&nbsp;m.), la chiesetta di Sant’Erasmo 869&nbsp;m.), la frazione ''Traffeganti'' (880&nbsp;m.) ed ''Aviatico'' (1022&nbsp;m.), si arriva a '''Selvino''' (902&nbsp;m.) stazione estiva molto frequentata e dalla quale si raggiungono ''Nembro'' ed ''Albino'' stazione della ferrovia di Val Seriana (vedi Cap. {{Pt|VII|[[../VII|VII]]}}).
2. a '''Serina, Nembro ed Albino''' in Val Seriana (vedi più avanti Cap. {{Pt|II|[[../II|II]]}} n. 2 e 6) Passato il ponte, un sentiero passando per le contrade ''Rendai'' e ''Callabà'', conduce a ''San Gallo'' (720&nbsp;m.){{Ec||.}} Si passa alla chiesetta della Trinità e si raggiunge ''Dossena'' (vedi n. 5, da San Pellegrino). Da Dossena una comoda mulattiera (1&nbsp;ora) passando per la Tribulina, conduce a ''Serina'', (823&nbsp;m.) ― Da Serina (40&nbsp;min.) per una carrozzabile si arriva a ''Cornalba'' e di là passando per la ''Forcella'' (897&nbsp;m.), la chiesetta di Sant’Erasmo 869&nbsp;m.), la frazione ''Traffeganti'' (880&nbsp;m.) ed ''Aviatico'' (1022&nbsp;m.), si arriva a '''Selvino''' (902&nbsp;m.) stazione estiva molto frequentata e dalla quale si raggiungono ''Nembro'' ed ''Albino'' stazione della ferrovia di Val Seriana (vedi Cap. {{Pt|VII|[[../VII|VII]]}}).


3. a '''Sotto Chiesa''' per la Forcola. una bella strada mulattiera sale alla ''Pianca'' (803&nbsp;m.). Il sentiero è molto aspro. Dopo 2 ore 30 si arriva a '''Cantiglio''' (1088&nbsp;m.) che si compone di tre o quattro cascine e di una cappelletta. Il sentiero scende indi alla ''Forcola'' (979&nbsp;m.), passa sopra un ponte, ed attraversate sopra alcune pietre poste nel mezzo dell’acqua due vallette si arriva a ''Sotto Chiesa (761&nbsp;m.), in ''Valle Taleggio'', (v. Cap. {{Pt|VI|[[../VI|VI]]}}).</small>
3. a '''Sotto Chiesa''' per la Forcola. una bella strada mulattiera sale alla ''Pianca'' (803&nbsp;m.). Il sentiero è molto aspro. Dopo 2 ore 30 si arriva a '''Cantiglio''' (1088&nbsp;m.) che si compone di tre o quattro cascine e di una cappelletta. Il sentiero scende indi alla ''Forcola'' (979&nbsp;m.), passa sopra un ponte, ed attraversate sopra alcune pietre poste nel mezzo dell’acqua due vallette si arriva a ''Sotto Chiesa (761&nbsp;m.), in ''Valle Taleggio'', (v. Cap. {{Pt|VI|[[../VI|VI]]}}).}}


Oltrepassato il ''ponte di Ombrembo'', la strada postale continua salendo ancora per qualche chilometro incassata tra monte e fiume, e poi per lunga tratta adagiata sopra larghe praterie formanti il piano di ''Scalvino'', per arrivare così a
Oltrepassato il ''ponte di Ombrembo'', la strada postale continua salendo ancora per qualche chilometro incassata tra monte e fiume, e poi per lunga tratta adagiata sopra larghe praterie formanti il piano di ''Scalvino'', per arrivare così a
106 967

contributi