Differenze tra le versioni di "Pagina:Rivista italiana di numismatica 1889.djvu/138"

Correzione pagina via bot (from toolserver)
 
(Correzione pagina via bot (from toolserver))
Corpo della pagina (da includere):Corpo della pagina (da includere):
Riga 5: Riga 5:
 
Ne stende l’autore, colle piene cognizioni a lui proprie, una minutissima descrizione, sia della parte figurativa, sia delle scritte; dice di qual materia fossero composte, come si legassero agli atti, e come man mano, col seguir dei tempi, si modificassero in ogni lor parte. Nulla vi è trasandato per un’amplissima illustrazione.
 
Ne stende l’autore, colle piene cognizioni a lui proprie, una minutissima descrizione, sia della parte figurativa, sia delle scritte; dice di qual materia fossero composte, come si legassero agli atti, e come man mano, col seguir dei tempi, si modificassero in ogni lor parte. Nulla vi è trasandato per un’amplissima illustrazione.
   
La più antica bolla nota e recata è quella di Pietro Polani (anni 1131-1148), sulla cui autenticità l’autore giustamente fa però qualche appunto. Mancanti le altre di Domenico Morosini (1148-1166), di Vitale Michiel II (11561172), di Sebastiano Ziani (1172-1178), di Marino Zorzi (1311-1312), di Marco Corner (1365-1368), di Michele Morosini (1382), e di Nicolò Dona (1618), la collezione va fino all’ultimo principe sotto cui si spense il dominio della Repubblica. È associata ad esse la bolla dell'interregno, quella cioè che si usava dalla morte di un doge alla elezione del successore.
+
La più antica bolla nota e recata è quella di Pietro Polani (anni 1131-1148), sulla cui autenticità l’autore giustamente fa però qualche appunto. Mancanti le altre di Domenico Morosini (1148-1166), di Vitale Michiel II (11561172), di Sebastiano Ziani (1172-1178), di Marino Zorzi (1311-1312), di Marco Corner (1365-1368), di Michele Morosini (1382), e di Nicolò Dona (1618), la collezione va fino all’ultimo principe sotto cui si spense il dominio della Repubblica. È associata ad esse la bolla dell’interregno, quella cioè che si usava dalla morte di un doge alla elezione del successore.
   
 
Di queste bolle (79) sono allegati eziandio i disegni in eliotipia.
 
Di queste bolle (79) sono allegati eziandio i disegni in eliotipia.
362 077

contributi