Apri il menu principale

Serenata (Zanardini)

Angelo Zanardini

Francesco Paolo Frontini 1891 S Indice:Serenata (Zanardini).pdf Canti cantastoria Serenata Intestazione 26 aprile 2012 100% Canti

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT
[p. 1 modifica]

SERENATA
(DALL’ARABO)




     Non ti chiedo di schiudermi il verone
Perchè sarebbe troppo grande gioja,
Fa sol ch’io sappia che la mia canzone
                                          4Non ti dà noja.

     Fa che intenda il fruscìo della tua vesta,
Fa che indovini le adorate forme
Tanto ch’io veda che per me sei desta
                                          8E amor non dorme.

     E se non dormi spegni il lumicino
E traguarda un istante in sulla via,
Tanto ch’io senta che mi stai vicino,
                                          12E che sei mia.

     E se tu m’ami, e se lo vuoi tacere,
Bacia colle tue labbra il bianco fiore
Che porti in seno, e lascialo cadere
                                          16Sovra il mio core.



A. ZANARDINI