Rime (Stampa)/Rime d'amore/CXCV

Rime d'amore

CXCV

../CXCIV ../CXCVI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CXCIV Rime d'amore - CXCVI

[p. 106 modifica]

CXCV

«Voi vi partite...».

     Voi vi partite, conte, ed io, qual soglio,
mi rimango di duol preda e di morte,
e questa o quello ingiurioso e forte
userà contra me l’usato orgoglio.
     Né potrò farmi a’ colpi loro scoglio,
non avendo con me chi mi conforte,
il vostro viso e le due fide scorte,
che ne’ perigli per iscudo toglio.
     Dch, foss’io certa almen che di due cose
seguisse l’una: o voi tornaste presto,
o fossero anche in voi fiamme amorose!
     Ché mi sarebbe schermo e quello e questo
in far meno l’assenzie mie penose,
e ’l vostro dipartir meno molesto.