Rime (Stampa)/Rime d'amore/CCXX

Rime d'amore

CCXX

../CCXIX ../CCXXI IncludiIntestazione 22 settembre 2009 75% Poesie

Rime d'amore - CCXIX Rime d'amore - CCXXI

[p. 118 modifica]

CCXX

Tenace e dolce è questo suo nuovo amore.

     Signor, poi che m’avete il collo avinto
di sí tenace nodo e cosí forte,
poi che a me piace, ed Amor vuol ch’io porte
nel cor voi solo e nullo altro dipinto,
     a voi convien per quel gentil instinto,
che natura e virtú v’han dato in sorte,
volger pietoso le due fide scorte
verso chi di suo grado avete vinto.
     Carità, pace, fede ed umiltate
sian le nostr’armi, onde si meni vita
rado o non mai menata in altra etate.
     E sia chi dica: — O coppia alma e gradita,
ben avesti le stelle amiche e grate,
sí dolcemente in un voler unita!