Apri il menu principale
Giosue Carducci alla traduttrice

../ ../Prefazione IncludiIntestazione 8 dicembre 2015 100% Da definire

Hans Christian Andersen - Quaranta novelle (XIX secolo)
Traduzione dal danese di Maria Pezzè Pascolato (1903)
Giosue Carducci alla traduttrice
Quaranta novelle Prefazione

Appena uscita la Prima edizione di questo libro, Giosue Carducci scriveva alla signora Maria Pezzè Pascolato la seguente lettera, datata da Bologna, 3 gennaio 1904:


"Carissima Signora,

"Tra le tante cose di cui vo debitore alla signora Astrid Ahnfelt metto ora per prima la idea che ha ispirato in Lei di mandarmi in dono le novelle di Andersen. Qualche cosa ne avea intravvisto in una traduzione tedesca; ma ora ne gusto la fantasia nativa e profonda, la grazia e l’andamento tutto poetico tra mesto e sereno.

"Io non so nulla di danese, ma giuro che la sua traduzione deve esser fedele ed elegante.

"La ringrazio pertanto del piacere di avermene procurato la lettura.

"Mi creda

suo aff.
GIOSUE CARDUCCI".

La scrittrice svedese Astrid Ahnfelt aveva portato a Re Oscar il volume delle "Poesie complete" del Carducci.

In una visita ch’ella fece al Poeta a Madesimo, nell’agosto 1902, la signorina Ahnfelt gli parlò dell’Andersen e della traduzione cui la signora Pezzè Pascolato allora attendeva. Il Carducci si divertì a farsi raccontare la novella del brutto anitroccolo ch’era in vece un cigno. "Che buona idea," - esclamò, - "di farlo fuggir via dalle oche! Ah, le oche, le oche..."