Apri il menu principale

Pure in tanta grandezza oh qual risplende

Francesco Maria Gasparri

P Indice:Zappi, Maratti - Rime I.pdf Sonetti Letteratura Pure in tanta grandezza oh qual risplende Intestazione 28 settembre 2019 75% Da definire

EPUB silk icon.svg EPUB  Mobi icon.svg MOBI  Pdf by mimooh.svg PDF  Farm-Fresh file extension rtf.png RTF  Text-txt.svg TXT


Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Sonetti d'alcuni arcadi più celebri/Francesco Maria Gasparri


[p. 199 modifica]

VI1


Pure in tanta grandezza oh qual risplende
     Dolce raggio d’amor, che n’assecura!
     E dice a noi: semplice gente e pura
     Appressatevi a lui chè al Trono ascende.
5Quindi Arcadia s’affida, e speme prende,
     Cesare invitto, di maggior ventura
     Ergendo al volto Augusto i rai secura,
     Qual augel, che il Sol mira, e in lui s’accende,
Ma appena il guardo riverente affisa,
     10Che sfavillare il glorioso, e santo
     Gran Padre, e tue virtudi in te ravvisa.
Nè fia stupor, se il regio serto e il manto
     Ti cinse, e stassi alteramente assisa
     Bella Clemenza al tuo gran Nume accanto.


Note

  1. Coronale per l’esaltazione al trono dell’augustissimo Imperadore Carlo VI.