Poi dal mastro Guitton latte tenete

Geronimo Terramagnino

Guido Zaccagnini/Amos Parducci XIII secolo Indice:Rimatori siculo-toscani del Dugento.djvu Duecento Poi dal mastro Guitton latte tenete Intestazione 16 luglio 2020 25% Da definire

Nuvola apps bookcase.svg Questo testo fa parte della raccolta Rimatori siculo-toscani del Dugento
[p. 223 modifica]

I

Dice ad un poeta che è bene riflettere lungamente prima di parlare.

Poi dal mastro Guitton latte tenete,
assai, mi par, dovete
di vera conoscenza aver effetto,
e defettar da voi onni defetto
5che non bon agia aspetto,
se di tal mastro bon saver avete.
O quanto, quanto e quanto esser dovete,
se bene il possedete,
glorioso di tutto bono assetto!
10E com’dovria il dir vostr’esser retto
e del contraro netto!
Se pensate che dico, cernerete
che la vertti si mostra in del parlare,
simel vizio v’appare,
15unde, parlando, l’omo paragona
la sua propria persona,
perché guardar neun troppo si pò.
Or intendete ben il meo dir mo’,
ch’a scoverto vo’ do,
20né scherm’alcun poteteci pigliare.
Dico: Bon è pensare,
anzi la cosa ditta, chi ragiona.