Pagina:Viaggio Da Milano Ai Tre Laghi.djvu/175


Da Varese a Lugano. 159

sotto dalle acque contenute nel seno de' monti, giacchè quelle che apertamente v'entrano pel torrente Agno, e per altri burroni, bastar non possono a supplire alla svaporazione, e all'emissario della Tresa. Nè ci sembra senza fondamento il suo pensiere. Scoppiarono le acque dal sen de' monti anche nello scorso secolo (nel 1711) verso la Tresa, di cui chiusero il letto. Forse la formazione del lago di Lugano devesi a quella terribile inondazione che nel secolo vi, come leggesi nella Cronaca di Fra Iacopo da Acqui (MS. nella Bib. Ambrosiana), svelse, strascinò e seppellì immense selve, che sepolte ancora trovansi, e formano lignite in varj paesi della Lombardia.

Campione, o Campilione è stato sino al 1797 un feudo imperiale libero de'Monaci Cistercensi di s. Ambrogio Maggiore di Milano. Questo, benchè picciol paese, ha data all'Italia una sorprendente quantità d'architetti e scultori rammentati dal P. Ab. Fumagalli in una nota alla dissertazione, in cui dimostra come gli ulivi fossero in questo feudo anticamente coltivati1 assai più che ora nol sono, sebbene molte piante tuttavia ve n'abbia. A questo paesuccio pur dobbiamo le più vetuste Carte scritte sotto i Re Longobardi, Francesci, Germani e Italiani,

  1. Atti della Soc. Patr. Tom. II. pag. 362.