Apri il menu principale

Pagina:Verga - Eva, Treves, 1873.djvu/24


— 24 —


— A meno che il conte non prenda in santa pace la scommessa.

— Qual conte?

— Il conte Silvani, il trovatore.

— Ma puoi anche uscirne vincitore....

— Perbacco! esclamò con sinistro entusiasmo. Lo so!

— Ma adesso hai la febbre; non vorrai aspettare qualche giorno?

— La febbre non mi lascia mai. Ma che importa!... Anzi!... Vedi se il pugno trema!... e lo guardava con triste soddisfazione; vedrai come ci starà bene la spada!

— E la tua famiglia?

— Povera mamma! diss’egli passandosi il guanto sugli occhi.

— Non vorrai vederla?

— No!

— No, ripetè dopo un breve silenzio in tuono tutto diverso e afferrandomi le mani. Non ne ho il coraggio.

Le lagrime gli luccicavano nell’orbita, e sentii che quelle lagrime mi facevano bene.