Apri il menu principale

— 22 —


Si hanno conii con tre globetti.

Hephaistos seduto, come sopra, leva in alto un cantaro a larghe anse. L’impronta è dentro cerchio di palline. ΛΙΠΑΡΑΙΟΝ.
Epigrafe in giro, nel centro Asterisme.svg Il tutto entro cerchio di palline.
gr. 2,10; mm. 19.
Torremuzza, Tab. XCV, n. 2.
Poole, p. 260, n. 45.

Altre di gr. 1,90; 2; 2.

Come la precedente. Hephaistos con la sinistra avvicina il cantaro alla bocca. Id. Come la precedente.
gr. 2; mm. 19.

Altre di gr. 1,90; 2; 2,10; 2,50; 2,50.

Come la precedente. Larghe le anse dell’anfora. Id. Come la precedente.
gr. 2,10; mm. 18.

Ve ne ha di gr. 1,10; 1,20; 1,25; 1,30; 1,50; 2,10.

Hephaistos seduto a d. su sgabello. Con la destra regge il martello, in basso; con la sinistra un’anfora presa da un’ansa, poggiata su di una base a forma di colonnina. ΛΙΠΑΡΑΙΩΝ.
L’epigrafe gira intorno al campo e racchiude Asterisme.svg; il tutto entro cerchio di palline.
gr. 3; mm. 15.

Di questo conio vi sono molti esemplari:

gr. 0,70; 0,80; 0,90; 0,90; 1; 1; 1; 1; 1; 1; 1; 1; 1; 1; 1; 1,05; 1,10; 1,10; 1,20; 1,50; (Poole, p. 260, n. 47); 1,50; 1,50; 1,50; 1,70; 1,80; (Poole, p 260, n. 46); 1,90; 1,90; 1,90; 2,10; 3.

A questa stessa epoca appartengono i conii seguenti nei quali sul dritto è la solita figura di Hephaistos seduto tenente martello con la destra abbassata, e con la sinistra un vaso ora grande poggiato in basso, ora piccolo e levato in alto. Sul rovescio è ΛΙΠ più due globetti attaccati alle estremità del Ι, ovvero ΠΙΛ (invece di ΛΙΠ bustrofeda), ovvero un globetto fra Λ e Ι, tutte abbreviazioni della voce ΛΙΠΑΡΑΙΩΝ:

Hephaistos seduto come sopra. Con la sinistra regge una grande anfora poggiata alla punta del piede destro. ΛΙΠ
: Epigrafe e segno di valuta entro cerchio di palline.
gr. 1,02; mm. 14.
Poole, p. 261, n. 53.

Altre di gr. 0,85; 0,90; 0,90; 0,95; (Poole. p. 261, n. 54); 1; 1; 1,05; 1,07; 1,10; 1,10; 1,20; 2,10; 2,10.