Pagina:Trattato di archeologia (Gentile).djvu/414


L’iscrizione della stele del Comizio,

rinvenuta negli scavi del Foro Romano.


Trattato generale di archeologia415.png


16 (b) oiviovio d ........

____________________

1 quoi ho (n) [ce .......

....s|akros es-

3 ed sord............

____________________

____________________

a (i f) as

5 regei (lo) ...........

mave .............

7 quos r(i) ...........

___________________

......m kalato-

9 rem ha(b) .........

.......(i) od iouxmen-

11 ta kapia[d] dota v ....

____________________

____________________

m. iter (pe) [r.......

13.......(m) quoi ha-

velod nequ [oi ......

15 ...... o[d] diou estod.

Tavola 91. - Ved. D. Comparetti, Iscrizione arcaica del Foro Romano, tav. di fronte alla pag. 8.

NB. — L’iscrizione è una riproduzione fototipica del disegno esatto di tutte le faccie dell’epigrafe, ridotte ad un sol piano, ed ha di fianco la trascrizione per agio degli studiosi. Le parentesi tonde segnano le lettere incomplete o incerte, le quadre segnano le complementari.