Pagina:Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III.djvu/71

68 SOFOCLE 1111-1124

né cura ha della vita: quando alla Furia duplice3 inflitta abbia la pena
pronta è a fasciar la luce. Da qual padre ebbe origine cosí nobil vermena?

Strofe II
Figlia, niun degli onesti
brama che per ignobile
vita macchiata la sua fama resti.
Cosi tu pure, armandoti
contro i tristi, una vita hai di lagrime eletta.
Perciò, saggia, con duplice lode, ed ottima figlia sarai detta.

Antistrofe II
Per forza ed oro sia
che i tuoi nemici superi,
figlia, come essi or t’hanno in lor balía.
Però, che in sorte misera
ti ritrovo; ma d’ogni regola che germogli
piú eccelsa, per pietà verso i Celesti, il primo fior tu cogli.


Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0071.png