Pagina:Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III.djvu/236


Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0236.png


SATIRI
Babbo, ora taci? Che ti si diceva?
Lo senti, ora, il rumore? — Oppur sei sordo?
SILENO
Zitto! — Che c’è?
SATIRI
                                   Qui non ci resto!
SILENO
                                                            Resta!
SATIRI
Non sarà mai! Se te la senti, cerca
da te, rintraccia i buoi, béccati l’oro,
e diventa un signore. Io n’ho abbastanza,
e non ci resto, qui, mezzo minuto!