Pagina:Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III.djvu/234


Tragedie di Sofocle (Romagnoli) III-0234.png

CORO1
Ih, ih, ih, ih! Olà, olà! Psi, psi!
SILENO
Ehi tu, ehi tu,
che stridi e guaioli cosí?
Che guardi a capingiú?
Ehi tu, primo della schiera,
dimmi, è questa la maniera?
CORO
L’ho còlto! Ecco la pesta.
Sei prigioniero, arresta, arresta!
SILENO E CORO
— Ehi, secondo della fila!
Dràcide, Gràpide, Uría!

  1. Di questo canto corale sono rimasti monconi; ma tali che il senso generale s’intravvede chiarissimo. Anche qui, invece di fondere il contenuto, faccio un calco del testo, lo credo che le battute ne fossero alternate fra Sileno e i Satirelli.