Pagina:Tragedie di Sofocle (Romagnoli) I.djvu/99

72 SOFOCLE 917-928

tecmessa
Oh me tapina!
coro
Vedo Tecmessa, misera captiva:
nei pianto immersa e nel cordoglio arriva.
tecmessa
Finita, morta son, venduta, amici.
coro
Che mai, che dici?
tecmessa
È steso Aiace, or or trafitto, a terra:
il corpo suo la spada in giro serra.
coro
Or non sarà ch’io più ritorni in patria:
il tuo nocchiero, o re,
tu perdesti. Oh me misero!
Donna, misera te!
tecmessa
Tutto avvenne cosi: conviene or piangere.