Apri il menu principale

l’ombra della giovinezza 247


Qualche volta, egli stava anche una settimana senza tornare in città; e quando andava a ritrovarla, aveva paura ch’ella lo rimproverasse; ma ella gli diceva, come se avesse voluto suggerirgli la risposta:

— Hai avuto molto da fare?

Egli stava per dirle la verità; ma, pensando che fosse inutile, le prometteva soltanto di vederla ormai tutti i giorni. Allora ella si metteva a ridere; ed egli le chiedeva:

— Mi avevi aspettato?

Ella gli rispondeva:

— Ti aspetto sempre.

— Ora che sono con te, non andrei più via.

— Basta che tu mi voglia bene. Come ci si sta in campagna?

— Io starei più volentieri in città.

— Ed io, invece, verrei volentieri con te in campagna.

— Non ci sei stata mai?

— Una volta, andavamo in villeggiatura; ma non lontano.

— Te ne ricordi sempre?

— Sempre.

— Ti divertivi?