Pagina:Sull'opportunità delle strade ferrate nello Stato Pontificio.djvu/45


43

Da questa conseguenza delle strade ferrate, si otterrebbe un considerabile aumento di ricchezza. Le campagne inabitate che compongono l’Agro romano ed alcune delle limitrofi provincie, ora possono valutarsi ragguagliatamente del prodotto di =^ 10 il rubbio al più a favore del proprietario, quando i terreni vestiti di mediocre qualità nelle Marche e nelle Romagne non rendono meno di =^ 30. Ecco dunque triplicata la rendita ed in analogia triplicato il valore dei fondi, e siccome questa sorte caderebbe sopra un estenzione di 234/m rubbia di terreno, produrrebbe un aumento nella rendita di oltre quattro milioni di scudi annuali, e con questo l’aumento di una ricchezza in capitale di più di ottanta milioni di scudi: aumento che si anderebbe a conseguire di mano in mano che si ottenesse la concorrenza degl’agricoltori a migliorare; il che potrebbe forse lentamente accadere, ma giammai mancare.

Bisogni del commercio


Parlando del commercio, intendiamo ritenerlo nel senso economico, anziché in quello legale; nel senso economico cioé, che comprende il movimento in genere di tutti gl’interessi, e non si limita alle contrattazioni di oggetti di consumazione e loro dipendenze, cui legalmente si ristringono i privilegi commerciali.

Guardato sotto quest’aspetto lo Stato pontificio si osserva estremamente languido. Qui la produzione di alcuni generi, che sarebbe in grado eminente favorita dalla natura, viene contrariata e paralizzata dalla mancanza di smercio all’estero, per l’elevatezza del costo, ed anche impedita nell’interna circolazione, se non che a grave spesa. Qui alcune delle materie prime rimango-