Pagina:Sopra lo amore.djvu/68

62 marsilio ficino

destro, concordante, e splendido. A noi s’appartiene dire quello che conferiscono queste parti alla Bellezza: e poi dichiarare in che modo allo Dio Cupidine s’appartenghino. Gli uomini hanno ragione e senso. La ragione per sè medesima comprende le ragioni incorporali di tutte le cose. Il senso per li cinque sentimenti del suo corpo sente le immagini e qualità de’ corpi, i colori per gli occhi, per gli orecchi le voci, gli odori per il naso, per la lingua i sapori, per i nervi le qualità semplici degli Elementi, come è caldo, freddo, e simili. Si che quanto appartiene al nostro proposito, sei potenzie della Anima alla cognizione s’attribuiscono: Ragione, Viso, Audito, Odorato, Gusto, e Tatto. La ragione si assomiglia a Dio, il Viso al fuoco, l’Udito all’aria, l’Odorato a’ vapori, il Gusto all’acqua, e il Tatto alla terra. Perchè la ragione va cercando cose celesti. E non ha propria sede in alcuno membro del corpo, sì come la Divinità non si rinchiude in alcuna parte del Mondo. E il Viso, cioè la Virtù del vedere, è collocato nella suprema parte del corpo: come il Fuoco nella suprema parte del Mondo. E per la natura sua piglia il lume, che è proprio del fuoco. Lo Audito non altrimenti seguita il Viso, che l’aria pura seguita il fuoco: ed attinge le voci che si generano nella aria rotta, e per il mezzo della aria entrano negli orecchi. L’Odorato è assegnato alla aria caliginosa, e alli vapori mescolati di aria e di acqua: perchè egli è posto tra gli orecchi e la lingua, come tra l’aria e l’acqua: e comprende facilmente e ama assai quelli vapori, che nascono per la mistione della Aria e della Acqua: quali sono gli odori delle erbe, fiori, e pomi suavissimi al naso. Chi dubiterà assomigliare il gusto alla acqua? il quale succede allo odorato, come a una aria grossa: e nuota sempre ne ’l liquore della sciliva, e dilettasi molto nel bere, e ne’ sapori umidi. Chi dubiterà anoora assegnare il tatto alla Terra? Conciosia che per tutte le parti del Corpo, che è terreno, sia il tatto: e ne i nervi, che sono molto terreni, s’adempia il toccare: e facilmente apprenda le cose, che hanno solidità e fondo che da