Apri il menu principale

Pagina:Serao - All'erta, sentinella!, Milano, Galli, 1896.djvu/64


ma dove uno è passato, passa l'altro. Tutto sta a non essere una carogna, come sono tutti qua dentro, a fare il gran salto. E poi.., e poi... ci deve star sempre questa legge, ci deve star sempre questo governo?

— Basta — gli disse l'ispettore severamente.

— Prenderò nota della vostra insubordinazione.

Quello si strinse nelle spalle e si allontanò.

— Indomabile, indomabile disse Gigli. — Ne ho cinquanta, almeno, così.

— Non si sono mai rivoltati?

— Una volta.

— Una soltanto?

— Si credono tutti grandi uomini, sprezzatori della legge e della condanna: e fra loro ognuno vuole avere il primato, tanto che si mettono difficilmente di accordo. Ciò mi dà un'arma contro di essi.

— Pure si sono rivoltati?

— Sì.

— Fu subito domata la ribellione?

— Non subito.

— Si ebbero delle conseguenze?

— Fui ferito da un colpo di pietra, alla testa.

— Scendeste fra i rivoltosi!

— Sì — disse semplicemente il capitano.

— Come cedettero?

— Parlai loro, li lasciai parlare. Volevano vedere le loro famiglie più spesso, una volta al mese,