Apri il menu principale

Pagina:Salgari - La stella dell'Araucania.djvu/244

244 Capitolo XVII.


— Dunque? — chiese il vecchio esploratore, mentre le due scialuppe si abbordavano. Poi non vedendo nè Piotre, nè Mariquita, mandò un grido di doloroso stupore.

— Mia figlia! — esclamò. — Dov’è la mia Mariquita?... Pardoe, parla!

— Non vi spaventate, signor Lopez, — rispose il pescatore. — È sulla spiaggia che ci aspetta. Siamo stati traditi, è vero, e anche assaliti, ma troveremo subito l’uno e l’altra.

Abbiamo dovuto dividerci per sfuggire l’agguato tesoci da quelle canaglie; sappiamo dove trovarli. —

Il pescatore mentiva, come ben si comprende, non volendo spaventare il signor Lopez.

— Allora conducimi subito da lui, — disse questi.

— Trasbordate sulla nostra scialuppa e dateci alcuni fucili. Gli altri invece, con uno dei nostri, risalgano verso il nord, seguendo la costa e ci guardino le spalle.

Abbiamo perduto due uomini e non sappiamo che cosa sia avvenuto di loro.

— Sono stati uccisi?

— Non credo, eppure.... non sono molto tranquillo.... Sapete che questi selvaggi sono cattivi?

— Potremo ritrovarli?

— Vedremo, signore, non disperiamo. Presto, salite e passateci alcuni fucili. —

Il signor Lopez salì sul gran canotto, mentre un marinaio passava sulla scialuppa-baleniera.

— Non risparmiate gli Ona, — disse Pardoe. — Dove li vedete, fucilateli come cani.

— Lo pagheranno il tradimento, — risposero i marinai. — Vi attenderemo nel seno dei pescatori, Pardoe. —

Le due scialuppe si separarono, l’una seguendo la spiaggia meridionale e l’altra rimontando la settentrionale.

La nebbia accennava a diradarsi un po’, tuttavia l’oscu-