Apri il menu principale

Pagina:Salgari - La stella dell'Araucania.djvu/169


Fra i ghiacci 169


L’oceano Atlantico è là dinanzi a noi e non gela mai e la Terra del Fuoco sta alla nostra destra.

Se tutto va bene, fra due o tre settimane troveremo la Rosita o i suoi rottami e tu rivedrai Alonzo.

— Ah, sì, Alonzo, — rispose la giovane, quasi distrattamente.

— Quale felicità per lui, quando ti vedrà comparire! Dovrà della riconoscenza a questo bravo Piotre e anche noi glie ne dovremo molta.

— Si molta, — rispose Mariquita.

— Faremo far la pace ai due cugini, lo vedrai, e torneranno ad amarsi come prima.

— E credi tu, padre, che Piotre la farà?

— Ne sono sicuro; ha un cuore leale e generoso. Non ti sembra? —

Mariquita non rispose, ma il suo viso aveva assunto una tale epressione d’angoscia, che il signor Lopez se ne accorse subito.

— Che cos’hai, Mariquita? — chiese.

— Nulla, padre mio, — rispose la giovane. — Pensavo alla sorte toccata alla Rosita.

— Temi che non la troveremo?

— Sì, non so.... oh, sono paure da fanciulla, — disse poi, cercando di apparire calma e di sorridere. — La troveremo... in qualche luogo di certo. Come si chiama quel capo, padre mio? Come è orribile! Guarda come il mare vi si rompe contro.

— È quello delle Undicimila Vergini, nome datogli da Magellano.

— E quell’altro che si vede laggiù, che s’incurva verso il nord?

— Dell’Espirito Santo, poi al di là s’apre l’Atlantico. Ed ecco lassù verso la costa patagone la punta degli Appiccati.