Pagina:Salgari - Il re della prateria.djvu/71

e che li cacciano su tutti i mari, anche se li incontrano a mille leghe dalle coste africane.

– Lo so – rispose Nunez che diventava sempre più impensierito. – Non sarà possibile ingannarli e ci condurranno con loro al porto vicino per farci giudicare. Bah!... La Giamaica è lontana, e prima di giungervi, il loro legno potrebbe saltare in aria.

– Avete qualche progetto? – chiese di Chivry.

– Forse... ma stiamo prima a vedere come vanno le cose. Ti raccomando, Mumbai, che il marchese non fugga, o tutto è perduto.

– Ho fatto collocare tre botti sull'orifizio del pozzo. Non troveranno il nascondiglio, ve lo assicuro.

– E non soffocherà il marchese? – chiese il barone impallidendo.

– Ho aperto un buco attraverso la coperta e un altro attraverso la parete – rispose Mumbai. – Dell'aria per respirare ne avrà a sufficienza, e poi gli ho dato un compagno incaricato di vegliare su di lui e, nel caso, di soccorrerlo.

– Badate però...

La frase fu spezzata bruscamente da un colpo di cannone partito dalla goletta.

Ma questa volta non era a sola polvere, poiché si udì in aria un acuto fischio e si vide la palla sprofondarsi in mare a soli quindici passi dalla prua dell'Albatros.

– Grandina! – esclamò Mumbai. – Brutto segno!...

Il capitano fece intendere un brontolìo minaccioso e fece un gesto di rabbia.

Salì sul cassero, dove otto uomini si tenevano dietro al cannone da caccia, pronti a scaricarlo sul legno nemico appena fosse a portata, e lo guardò con profonda attenzione.

Nello spazio di dieci minuti la goletta aveva già guadagnato due gomene e non si trovano più che a millequattrocento o millecinquecento metri. Sul suo ponte si vedeva il capitano con a fianco i suoi due ufficiali; disposti lungo le murate, si scorgevano i marinai armati di carabine e sulla prua un gruppo d'uomini che si affaccendavano attorno ad un cannone.

– Sessanta uomini – mormorò il negriero aggrottando la fronte e diventando torvo. – Se mi abbordassero, tenterei la partita; ma sono troppo prudenti quegl'inglesi. Mumbai!

Il mastro d'equipaggio lo raggiunse.