Pagina:Salgari - Il re della prateria.djvu/61


«A poco a poco l'europeo si sente invadere da una premura febbrile e finisce col diventare l'uomo più frettoloso, il più nervoso e il più ardente, ma probabilmente con minor facoltà di trattabilità e di fermezza.

«Gettate uno sguardo su di una grande o piccola città degli Stati dell'Unione, e vi persuaderete di leggeri che la popolazione vive in un ambiente ad alta pressione. Si lavora in modo febbrile, si ha fretta di conchiudere tutto e di fare tutto, si va sempre a vapore, si concepiscono opere che sembrano pazzie o miracoli, si commettono eccentricità impossibili. Si direbbe che tutta la popolazione è sempre in preda ad una specie di esaltamento, provenga dalla razza latina o da quella anglo-sassone o dall'ispano-americana.

«Volete una prova più convincente? Guardate le statistiche, e vi persuaderete che il numero dei pazzi cresce smisuratamente ogni anno negli Stati dell'Unione fino a raggiungere ora una cifra che spaventa, poiché i pazzi sono oggi in proporzione di 1 su 1559 abitanti.»1

– Ma da che cosa deriva questo eccitamento che minaccia di convertire la nazione americana in un popolo di pazzi?

– Dal clima, ve lo dissi già, il quale è di una asciuttezza straordinaria ed eccessivamente carico di elettricità. Bagnate una spugna e vedrete che nell'America del Nord si asciuga in pochi istanti; portate colà un mobile qualunque fatto con legno bene stagionato, e lo udrete scricchiolare tutto il tempo dell'anno; tenete del sale, e non lo troverete mai umido, nemmeno durante le giornate piovose.

«L'aria poi è così satura di elettricità, che i fenomeni elettrici si possono osservare in qualsiasi giorno d'inverno. Ne volete una prova? A New-York, io ho acceso il gas strofinando solamente un dito su di un tappeto, e poi, accostandolo al becco della lampada, ho udito la scintilla elettrica scoppiettare distintamente.»

– È incredibile! – esclamò il signor di Chivry stupito. – Ma non credete che quell'orgasmo che regna fra la popolazione americana, non derivi da altre cause?

  1. Nel 1880 i pazzi avevano raggiunto la proporzione di 1 su 662 abitanti.