Pagina:Salgari - Il Fiore delle Perle.djvu/162

132 Capitolo diciottesimo