Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, I-II.djvu/59

48 macbeth

ucciso Duncano coi loro stessi pugnali, chi non crederà costoro colpevoli del tradimento?

Lady Macb. E se alcuno pur osasse in sè accogliere diverse credenze, vorrà egli mantenerle quando ci udirà a gemere e a singhiozzare sull’estinto?

Macbeth. Sia dunque, e apprestiamo tutte le forze dell’anima per questa terribile opera. Ora dividiamoci; e velando sotto le sembianze più miti i nostri atroci disegni, mascheri un falso volto i segreti di cui un falso cuore si pasce.          (escono)