Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, I-II.djvu/348


atto terzo 337


Cass. Ancora nol so. L’ho trovato nella mia stanza; il ricamo mi piacque; e prima che mi venga richiesto, come certo avverrà, vorrei averne un simigliante. Prendetelo dunque; fate quanto vi ho detto; e lasciatemi per ora.

Bian. Lasciarvi! e perchè?

Cass. Aspetto il generale; nè vorrei, che mal sarebbe, ch’ei mi trovasse con una donna.

Bian. E la ragione?

Cass. Non è già ch’io non v’ami.

Bian. Oh! no, più non mi amate. Fregovi, venite almeno un breve tratto con me, e ditemi se vi vedrò stasera.

Cass. Non posso dilungarmi, ebbi precetto dì star qui; ma vi rivedrò fra poco.

Bian. A meraviglia! per l’avvenire mi converrà usare maggior circospezione.     (escono)