Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, I-II.djvu/28


notizie intorno a shakspeare 17

vittima? Chi sa che gli sguardi di lui non siansi fissati sul cadavere elegantemente vestito, esposto alla curiosità del pubblico ed alle imbrattature del carnefice?

Più tardi Elisabetta gettò un’altra testa a’ piedi di Shakspeare. Maometto II troncava il capo ad un icoglane per mettere la morte dinanzi ad un pittore. Stravagante composto di uomo e di donna, Elisabetta non diede, durante la sua vita avvolta nel mistero, a divedere d’essere stata dominata se non da una passione, non mai dall’amore. «L’ultima malattia di questa regina (dicono le memorie contemporanee) procedeva da una tristezza ch’ella si studiò grandemente di tenere celata: ricusava far uso di qual si fosse rimedio, come se da lungo tempo avesse presa la risoluzione di morire; la portò ad essere stanca della vita qualche segreta amarezza, che taluno ha voluto attribuire alla morte del conte d’Essex».

Quel secolo decimosesto, primavera di una nuova civiltà, germogliava più che altrove nell’Inghilterra, e sviluppava, esercitandole, le possenti generazioni che già portavano in grembo la libertà inglese, Cromwell e Milton. Elisabetta banchettava a suon di tamburo e di trombe, intantochò il suo Parlamento emanava atroci leggi contro i papisti, intantochè il giogo d’una sanguinolenta oppressione pesava sulla misera Irlanda. I supplizi di Tiburn si sposavano con le danze delle ninfe; le austerità puritane con le feste di Kenilworth; le commedie con le prediche; i libelli coi cantici, e le critiche letterarie con le discussioni filosofiche e le controversie di setta.

La mania di correr venture agitava la nazione come ai tempi della guerra in Palestina; drappelli di volontarii crociati del protestantismo s’imbarcavano per portare la strage agli idolatri, e intendeano i cattolici; seguivano su l’Oceano Francesco Drake, Gualtiero Raleigh; l’uno e l’altro Pietri eremiti de’ mari, amici di Cristo, nemici della croce. Consacratisi alla causa delle libertà religiose, gl’Inglesi militavano sotto chiunque offerivasi emanciparli; versavano il proprio sangue sotto il pennacchio bianco di Enrico IV e sotto lo stendardo giallo del principe

V. I. — F Shakspeare. Teatro completo.