Pagina:Rusconi - Teatro completo di Shakspeare, 1858, I-II.djvu/171

160 giulietta e romeo

pubblico riposo. Sgomberate tutti di qui. Voi, Capuleto, seguiteci; e voi, Montecchio, preparatevi ad udire i decreti nostri su queste inique fazioni. Sotto pena di morte, ognuno s’allontani.

(tutti escono)

(Una strada di Verona. Montecchio, Donna Montecchio e Benvolio)

Mont. Chi dunque riaccese l’antica lite? Parla, nipote; fosti presente al principio.

Benv. Trassi la spada per dividere i serri del vostro nemico, che coi domestici vostri combattevano; e in quell’istante sopravvenne Tebaldo. Impetuoso e violento, com’è per natura, tosto m’assalì, e mi costrinse a prender parte a una lotta ch’io detesto.

Don. Mont. Dov’è Romeo? Il vedeste oggi? Ben lieta sono che non si trovasse nella mischia.

Benv. Stamane, Madonna, un’ora prima che il sole schiudesse coll’aurea sua luce le porte d’Oriente, ignota inquietudine mi fece uscire dalla mia dimora, per ire a vagare fra triste meditazioni nell’ameno boschetto che limita a ponente i baluardi di questa città. Fu in tale corsa mattutina che vidi vostro figlio; e fu in quel boschetto che gli avrei parlato, se conosciuto non lo avessi avverso in quel momento al conversare, e studioso più che mai della spessezza delle ombre. Allora, giudicando le affezioni del suo cuore da quelle del mio, e sapendo che gli uomini non sono mai più svagati di quando cercano la solitudine, seguii il mio sentiero, e schivai con piacere l’incontro d’un uomo che pareva lieto d’evitare il mio.

Mont. Molte volte lo si è visto prevenir con queste corse l’aurora, per mescolar le sue lagrime colla rugiada del mattino, e accrescere i vapori1 dell’aria co’ suoi profondi sospiri. Ma sempre, dacchè il sole, che rallegra tutti gli esseri, comincia a dischiudere le cortine del letto dell’aurora, egli rientra furtivo nella stanza paterna, e chiusi i veroni al sorridente dì, si crea dintorno una seconda notte. Tal manìa diverrà fatale, ove non si prevenga.

Benv. Nobile zio, e ne conoscete la cagione?

Mont. L’ignoro.

Benv. Metteste in opera alcun mezzo per indurlo a confidarvela?

Mont. Lo importunai con mille preghiere; lo feci sollecitare

  1. Il testo ha clouds, nuvole.