Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/523

510 atti della società numismatica italiana


IV. Si Stabilisce la cotnposizione del IV fascicolo 1896.
V. Il Cav. Francesco Gnecchi comunica d’avere in occasione delle auguste nozze di S. A. R. il principe di Napoli, spedito un telegramma di felicitazione a nome della Società Italiana di Numismatica e d’avere tosto ricevuto un telegramma di ringraziamento.

VI. Il Segretario dà lettura dei seguenti doni pervenuti alla Società:


Ambrosoli Dott. Cav. Solone.

Memorie dell’Accademia di Scienze e Lettere di Catanzaro. Vol. I e II. — Civico Museo di Como. Cataloghi. Raccolta Ambrosoli, Parte prima, Zecche Italiane (Como, 1890).

Dattari Giovanni del Cairo.

N. 71 pezzi, dei quali 9 piccoli in argento e gli altri In bronzo. Fra questi: 9 grandi bronzi egizj; 19 monete imperiali romane, fra cui alcuni medìi e piccoli bronzi di Massimiano, Massenzio, Licinio padre e figlio, Costantino M.
Fra le medioevali: 8 di Venezia, 1 di Rodi, 1 di Cipro, e 10 monetine estere moderne. Alle qui notate aggiungansi 69 tessere cufiche di vetro e una piccola medaglia di bronzo di Leopoldo d’Austria.

Frati Cav. Luigi, Direttore del Museo di Bologna.

La sua pubblicazione: Di un ducato d’oro inedito di Leone X coniato a Bologna e di altro consimile di Modena. Notizia illustrativa. Bologna 1896; in-4. (Pubblicato nella fausta occasione delle auguste nozze Savoja-Petrovich).

Gnecchi Cav. Ercole.

Vimercati Sozzi Conte Paolo, Sulla moneta della città di Bergamo nel secolo decimoterzo; dissertazione storico-critica. Bergamo, 1842; in -8, con 4 tav. — Morbio Carlo, Monografia storica delle zecche italiane. Asti, 1868; in-8, Estr. — Caucich A. R., Di una moneta inedita di Acqui. Asti, 1865; in-8, con una tav. — Agostini Agostino, Castiglione delle Stiviere dalle sue origini geologiche fino ai giorni nostri. Storia corredata di 16 tavole e numerose figure intercalate nel testo. Brescia, 1895; in-8. — A. X. Panelli, De cistophoris. Lugduni, 1734; in-12, con figure intercalate nel testo. — Domenico Sestini, Lettere e disserta-