Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/496


jacopo iii mandelli conte di maccagno, ecc. 483

lippo IV. Incontrasi spesso, ma quasi sempre di così negletto lavoro da lasciare dubbio sulla sua attribuzione, e credo che alcuna di cotali contraffazioni possa essere uscita da qualche altra zecca.

Sono queste tutte le monete del conte Jacopo III Mandelli venute a mia conoscenza per relazione d’altri o per propria esperienza.

Potrebbe per avventura sorgere il dubbio che alcune delle descritte monete siano state battute per convenzione ed a risparmio di spese in qualche officina più operosa d’altro principe, ma l’ispezione materiale dei tipi e della fabbrica di quelle che potei vedere mi persuase che furono lavorate in Italia da artefici italiani. Fra le analogie che mostrano piacemi notare quella dei ducatoni del duca di Savoia Carlo Emmanuele I. Se potrò raccogliere nuovi elementi per la illustrazione di questa zecca farò seguire una aggiunta al presente articolo.

Venezia, 16 giugno 1864.