Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/402


di un ritrovo di monete, ecc. 389
Enrico Dandolo.
1. D/ + ENBIC' DVX R/ + MARCV inedita.  sbaglio
 di conio
2. " + ENBIO' DVX " " "
3. " + EPIC' DVX " " "
4. " + EnRIC' DVX " " "
5. " + ENRIC' DVX "              "       Papadopoli. n. 2.
6. " + ENRIC' DVX1 "              "       inedita.
7. " + ENRIC · DVX "              "       Papadopoli. n. 3.
8. " + ENRIC' DVX " + · MARCV inedita.
9. " + ЄNRIC' DVX " + ' · MARCV "
10. " + ЄNRIC' DVX· " " "
11. " + ·ЄNRIC' DVX " " "
12. " + hNRIC' 2DVX " " "
13. " + hNRIC' DVX· " " "
14. " + hNRIC' DVX· "              "       Papadopoli. n. 4.
15. " + ЬNRIC' DVX· "              "       inedita.
16. " + ENRIC' DVX· "              "            "
(3 nel centro). ( nel centro).

Incerta
1. D/ + MARCV R/ + · · MARCV
(recuso coll’impronta d’un altro denaretto rimasto nel conio).

Verona.Denari piccoli imperiali.
1. D/ Leggende indecifrabili. – R/ Leggende indecifrabili.

Enrico imperatore.
2. D/ VIЯN∃H – R/ Leggenda indecifrabile.

Autonoma. – Piccoli veronesi.
3. D/ VERONA – R/ CI VI CI EV,
  1. Il V è formato da due aste che non si congiungono, l’X ha le braccia terminanti come le croci potenziate.
  2. L’H iniziale ha una linea trasversale nell’alto dell’asta; e quelle dei seguenti n. 13 e 14 sono fra loro differenti.
  3. La croce a doppio contorno ha un puntino nel mezzo.