Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/391

378 giuseppe ruggero

Essendo così assicurata la continuazione delle Tavole Genovesi, riserverò per quella non lontana pubblicazione le mie schede, limitandomi a far conoscere quelle sole monete veramente eccezionali per importanza storica o numismatica, come ho sempre usato di fare nel passato.


Giuseppe Ruggero - Ducato di Genova Rivista italiana di numismatica 1896 (page 391 crop).jpg


1. – D/ – + : L : C : DVX : IANVEN : XXVII : Castello accostato dalle iniziali LC in 8 archetti doppi, con trifogli alle punte ed anellini agli angoli; sotto, un grappolo di punti, come nei grossi dello stesso doge.
    R/ – + : CONRADVX : REX : ROMANOR : A : Croce patente in mezzo ad ornati eguali a quelli del dritto.
Oro Ducato, peso gr. 3,54. — Cons. bellissima. (Coll. Pr. di Napoli).

Fino da quando io mi accingeva alla compilazione delle Tavole Genovesi, mi era pervenuta notizia di una simile moneta comparsa una sola volta in commercio verso il 1885. Fatte le dovute indagini, non mi riuscì di scoprire in quale collezione avesse trovato il suo posto, e perciò mi vidi costretto a non farne cenno nelle Tavole stesse. Fu dopo questa pubblicazione, che potei avere finalmente la prova tanto desiderata della esistenza di questo ducato, nella descrizione che ne trascrissi dal registro di conti del primo proprietario; descrizione che si trova registrata nelle schede destinate per le aggiunte. Unico inconveniente, sarebbe stato quello di dover tacere i nomi del possessore e dell’acquirente per riguardi facili a comprendersi, per cui il lettore avrebbe dovuto starsene alla fede mia: ma ecco