Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/386


annotazioni numismatiche italiane 373


BOLOGNA.


Giuseppe Ruggero Pius III Rivista italiana di numismatica 1896 (page 386 crop).jpg


    D/ — ◦ PIVS ◦ PA PA ◦ III ◦ Arme in quattro archetti triplici, disposti elitticamente.
    R/ — ◦ BONONI A ◦ DOCET S. Pietro stante; ai lati armetta del Card. Orsini e quella della città.
Oro, ducato, peso gr. 3,455. – Cons. buona.

La serie bolognese, rappresentata con poche monete e con soli 22 Papi fino al 1666 dallo Schiassi: che acquista poi altri 10 Papi nello stesso periodo, raddoppiando quasi le monete dal Cinagli, più la continuazione fino al 1848: riceve ora una importantissima aggiunta colla presente moneta di Pio III. Questo Papa, non era fino ad ora rappresentato numismaticamente che a Roma, con due leggere varianti di un ducato. A proposito di questa moneta romana, sarà utile di porre in guardia i collettori contro le falsificazioni che vanno in giro da alcuni anni. Ne capitarono alcune in Firenze, ora bene ora male eseguite. Una specialmente, era fatta tanto bene da lasciarci quasi perplessi sul giudizio, ma si riconobbe assolutamente falsa per il peso. Il tondino era molto sottile, cosicché la moneta, quantunque benissimo conservata e non tosata, non raggiungeva neppure i tre grammi, cosa non compatibile colla zecca romana. Pare accertato che tali pezzi vengano fabbricati nella stessa patria dei Piccolomini.