Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/370


monete italiane inedite della raccolta papadopoli 357
circolo MARG · PALE · DV · MAN · MARC · MON · FE, una testina di vescovo in un circoletto divide l’iscrizione.
   R/ — Testa infantile con capelli ricciuti, volta a sinistra; attorno, separato da leggiero circolo FRAN · GONZ · DVX · MAN · MARC · MON · FE, il monte Olimpo divide l’iscrizione.

Questo bellissimo testone è opera squisita di valente artefice probabilmente lo stesso che modellò il testone di Gian Giorgio col cervo in uno steccato di vimini. La duchessa è rappresentata in vesti vedovili ed il principe in età infantile, per cui si può ragionevolmente supporre che la moneta sia stata coniata poco dopo la morte di Guglielmo Gonzaga, e quindi nei primi anni del regno di Francesco Gonzaga (1540-1550) sotto la tutela della madre Margherita Paleologa.


Niccolò Papadopoli Vincenzo I di Mantova Rivista italiana di numismatica 1896 (page 370 crop).jpg


5. — Argento, peso gr. 15,39.

   D/ — Busto del Duca a sinistra con collare, armatura e la decorazione del toson d’oro · VIN · DG · DVX · MAN · · IIII ET MON · FER · II ·
   R/ — Mazzo di verghe d’oro in un crogiuolo fra le fiamme DOMINE PROBASTI 1590. Un circolo assai tenue divide l’impresa dalla leggenda la quale è interrotta da piccoli arabeschi.

Il diametro e l’aspetto di questa moneta mostra che è semplicemente una varietà di quella riprodotta