Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/339

326 nicolò papadopoli



REALI DI SAVOIA.


Riprodurrò per prima una moneta di Amedeo IV (1233- 1253), la quale si distingue da quelle coniate dai suoi predecessori per il peso e per l’assenza dei bisanti, che si vedono su pressoché tutti i nummi degli antichi Conti di Savoja.

Niccolò Papadopoli - Moneta di Amedeo IV Rivista italiana di numismatica 1896 (page 339 crop).jpg


1. — Argento peso grammi 1,77.

     D/ — Croce patente, attorno, + AM' *COMЄS fra due cerchi di perline.
     R/ — Stella, o fiore a sei petali, attorno, + SABAVD * IЄ fra due cerchi di perline.


In un importante lavoro pubblicato dalla Revue suisse de numismatique il Dott. A. Ladé1 descrive altre tre varietà di questo pezzo, il cui peso oscilla fra grammi 1,24 ed 1,48, mentre il mio arriva a grammi 1,75.

Senza fermarmi alle varie ipotesi con cui si può spiegare una novità di tanta importanza, e lasciando la cura di risolvere la difficile quistione della monetazione savoiarda in questo periodo a chi

si occuperà di riunire tutti gli elementi comparsi

  1. Ladé Dott. A., Contribution à la numismatique des Comtes di Savoie. — Revue suisse de numismatique. Année IV, pag. 120-123, n. 11, 12 e 13.