Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/26


appunti di numismatica romana 19


VOLTEIA


Denaro suberato di L. Volteio Strabone.


10. — D/ — Testa laureata di Giove a destra. Dietro S C davanti A.
    R/ – L VOL LF STRAB. Europa col velo svolazzante che tiene colle due mani, seduta su di un toro fuggente a sinistra. Sotto una foglia d’edera. A destra un fulmine.

Il denaro conosciuto di L. Voltejo Strabone, descritto da Babelon (n. 6), porta nel diritto la semplice lettera dell’alfabeto dietro la testa di Giove. In quello ora descritto la lettera alfabetica è portata davanti per lasciar posto a destra alle lettere S C.

Quantunque il denaro sia suberato, potrebbe darsi che, anche essendo Topera di un falsario, rappresentasse un tipo di moneta veramente esistente. La mancanza di queste lettere nel denaro sopra descritto della Sempronia può facilmente attribuirsi a una dimenticanza dell’incisore; ma l’aggiunta di tali lettere, aggravata dal trasporto dell’iniziale da sinistra a destra, non si saprebbe come attribuirlo a semplice casualità od errore. Difficile poi riesce l’appoggiarsi a criteri storici per giudicare della possibilità di monete coniate per autorità del Senato in questo caso, stante non solo il mistero in cui è avvolto il nome del monetario L. Volteio Strabone, ma benanco l’incertezza che regna intorno alla giusta attribuzione di questo denaro, del resto non comune, a L. Volteio Strabone, piuttosto che ad altri.


Francesco Gnecchi.