Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/25

18 francesco gnecchi

variante esisteva e si ritroverà anche del quarto tipo colla quadriga (Bab., 11) e del quinto colla testa di Giulia (Bab., 17).


SEMPRONIA


Denaro suberato di G. Cesare e T. Sempronio Gracco.


8. — D/ — Anepigrafo. Testa coronata di G. Cesare a d.
    R/ – TI SEMPRONIVS GRACCVS Q DESIG. Insegna militare, aquila legionaria, aratro e scettro.

I denari di T. Sempronio Gracco, coniati mentre era designato Questore, sono emessi per autorizzazione del Senato e portano le sigle SC (Babelon, Sempronia, n. 10 e 11). La mancanza di tali lettere costituisce la variante del mio denaro; ma bisogna considerare che è suberato è potrebbe perciò considerarsi come una falsificazione dell’epoca.


VIBIA.


Asse di Vibio Pansa.


9. — D/ — Testa barbuta di Giano.
    R/ – ROMA (in alto) C VIBI PASA (sic) (all’esergo). Tre prore di nave a destra. Al disopra un ramo d’alloro, davanti i berretti dei Dioscuri sormontati da due stelle (gr. 12,750).

Quest’asse è una variante del numero 11 di Babelon, (il quale ha il nome PANSA in un solo monogramma), e per di più ha gli emblemi del ramo d’alloro e dei berretti colle stelle, come descritti sull’asse n. IO dello stesso Babelon colla leggenda all’esergo C PANSA, emblemi che mancano nel n. 11.