Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/185

176 francesco gnecchi


121. Gran Bronzo. — Dopo Coh. 279.
   D/ – FAVSTINA AVG ANTONINI AVG PII P P. Busto a destra.
   R/ – VENERI AVGVSTAE S C. Venere a destra. Colla destra si solleva il velo, mentre tiene il pomo nella sinistra.


M. AURELIO.



122. Denaro. — Dopo Coh. 36.

   D/ – M AVREL ANTONINVS AVG. Testa laureata a destra.
   R/ – COS P P. La Salute seduta a sinistra in atto di nutrire un serpente che sorge davanti a lei.
       (Anno 144 a. C). (Tav. II, N. 16).       

Questa rappresentazione della Salute non è nuova fra le monete di M. Aurelio, e si trova precisamente su di un denaro portante la leggenda cos iii p p; ma invece la leggenda cos p p non è conosciuta se non in un denaro di Commodo pure rappresentante la Salute. (Cohen 25).


123. Denaro — Dopo Coh. 87.

   D/ – AVRELIVS CAESAR AVG PII F. Testa nuda e leggermente barbuta a destra.
   R/ – IMPERATOR II. Vittoria di fronte con una corona e una palma.

Questo denaro suberato è ibrido. Il rovescio appartiene ad Antonino Pio.


124. Denaro. — Dopo Coh. 219.

   D/ – AVRELIVS CAESAR AVG PII F. Testa nuda a sinistra.
   R/ – TR POT IIII COS II. Pallade a destra coll’asta rovesciata e appoggiata allo scudo. (Anno 150 d. C).


125. Aureo. – Dopo Coh. 219 bis.

   D/ – M ANTONINVS AVG ARMEN P M. Busto laureato a destra col paludamento.
   R/ – TR P IIII IMP li COS II. Vittoria a destra in atto d’appendere a un palmizio uno scudo, su cui è scritto VIC AVG. (Anno 150 d. C).

(Tav. II, N. 17).