Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/184


appunti di numismatica romana 175


FAUSTINA madre.


116. Quinario d’Argento. — Dopo Coh. 120.

   D/ – DIVA AVG FAVSTINA. Busto velato a destra.
   R/ – Anepigrafo. Il lettisternio, cui è appoggiato lo scettro.

(Tav. II, N. 18).

NB. I Quinarii d’argento dopo Adriano sono di estrema rarità. Uno solo se ne conosce d’Antonino Pio, e quello ora descritto è runico oggi conosciuto di Faustina. Come avviene generalmente dei quinarii, è eseguito con arte finissima, assai superiore a quella dei denari d’argento. Proviene dalla Collezione Boyne di Firenze.


117. Gran Bronzo. — Dopo Coh.. 143.

   D/ – DIVA FAVSTINA. Busto a destra.
   R/ – AETERNITAS S C L’Eternità a sinistra. Tiene colla destra un globo, e colla sinistra si solleva la veste.


118. Medio Bronzo. — Dopo Coh. 151.

   D/ – DIVA FAVSTINA. Busto a destra.
   R/ – AETERNITAS S C L’Eternità a sinistra colla destra alzata e la sinistra al fianco.


119. Gran Bronzo. — Dopo Coh. 170.

   D/ – DIVA FAVSTINA PIA. Busto velato e diademato a destra.
   R/ – AETERNITAS S C. Faustina in un carro a sinistra tirato da due elefanti, montati da due cornacchi.

NB. Sulle monete della moglie d’Antonino Pio non figura mai altro nome che quello di favstina. È su questo gran bronzo che per la prima volta appare anche quello di pia, evidentemente in ricordo di quello del marito. I nomi e prenomi di questa imperatrice si possono quindi completare così: annia galeria favstina pia.


120. Gran Bronzo. — Dopo Coh. 226.

   D/ – DIVA AVGVSTA FAVSTINA. Busto velato a destra.
   R/ – C0NSECRATI0 S C. Aquila che vola a destra, con un ramo negli artigli, e trasportando Faustina diademata, la quale tiene colla sinistra uno scettico e colla destra il lembo d’un velo svolazzante e cosparso di stelle.