Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1896.djvu/150


VARIETÀ



Il R. Gabinetto Numismatico di Milano. — Nel marzo 1887, il Gabinetto Numismatico veniva aggregato alla Direzione della Pinacoteca e Museo di Brera; un recente decreto gli restituisce l’antica autonomia, nei termini che seguono:


IL MINISTRO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE


Considerata l’opportunità di separare la direzione della R. pinacoteca di Brera in Milano da quella del gabinetto numismatico nella città stessa;

Considerato che il gabinetto numismatico di Milano per il carattere dell’istituto e per la natura speciale del materiale raccoltovi non può essere equiparato, per l’orario e per gli ordinamenti interni, agli altri istituti antiquarii;

Decreta:


Art. 1.

Il gabinetto numismatico è costituito indipendente dalla R. pinacoteca di Brera e prende il titolo di Regio Gabinetto numismatico di Milano.

Art 2.

Il funzionario che avrà l’incarico di direzione del detto istituto assumerà il titolo di Conservatore dei R, Gabinetto numismatico, qualunque sia il grado ch’egli occupi nel ruolo dei funzionari addetti ai musei e scavi di antichità.

Art. 3.

Il gabinetto numismatico rimarrà aperto al pubblico tre giorni della settimana, che saranno designati e notificati dal conservatore.

Negli altri tre giorni saranno ammessi nel gabinetto quei soli studiosi, che ne abbiano fatto speciale domanda, nella quale dovrà essere determinato l’oggetto dello studio, e precisate le monete e medaglie che si desiderano esaminare.

Roma, 14 febbraio 1896.

Il Ministro

G. Baccelli.