Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1895.djvu/41


cos'erano i contorniati 39

e trito argomento nell’Annuaire de Numismatique ed espose una teoria, la quale per lo meno aveva il merito della novità.

Egli suppone che i Contorniati fossero pedine pel giuoco della dama. La nuova idea, per quanto nuova, non credo abbia trovato molta fortuna fra gli scienziati. Fu invece generalmente accettata con un’alzatina di spalle; ed anzi qualcheduno la considerò semplicemente una facezia. Quanto a me, confesso di non poterla assolutamente accettare per le ragioni, che ora dirò; ma à queque chose malheur est bon, e l’ipotesi, per quanto poco felice, del Sig. Froehner, mi ha messo sulla strada di un’altra, vicina a questa e lontana nel tempo stesso, ma che, potrebbe darsi fosse la vera.

Vediamo prima come il Sig. Froehner abbia trovato e creduto di sostenere la sua ipotesi.

Si conosce e si conserva nei musei un certo numero di antiche pedine di dama (o di un giuoco molto simile alla nostra dama) in osso o in avorio; e il Froehner da una lontana somiglianza di queste coi Contorniati (somiglianza che mi pare si riduca alla rotondità della forma) venne indotto a crederli fatti pel medesimo scopo. Ma sono troppe le obbiezioni che si presentano. Prima di tutto vi si oppone la materia che sembra la meno adatta, poi il rilievo delle teste, il quale, sorpassando sempre il contorno, non permette la sovrapposizione dei pezzi, cosa che pare fosse in uso anche nell’antico giuoco della dama, se badiamo alla conformazione delle pedine d’osso o d’avorio, che ci sono rimaste. Infine, anche pel giuoco della dama non si saprebbe quale significato attribuire, sia alle diverse teste, sia alle molteplici rappresentazioni dei rovesci.

Non vale poi la pena d’essere confutato e neppure discusso l’ultimo argomento addotto dal Froeh-