Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1895.djvu/35


cos'erano i contorniati 33

cennare e fissar bene i punti che ormai si possono dire acquisiti, e vagliare poi le diverse ipotesi antiche e recenti sulla destinazione di queste medaglie enigmatiche.

I punti generalmente ammessi si riducono a ben poca cosa e si possono così formulare:

I. I medaglioni Contorniati non furono mai moneta corrente. Essi furono apprestati non ufficialmente, ma privatamente e in modo che non potessero venir confusi colle vere monete.

II. L’epoca della loro fabbricazione non fu certamente quella di buona parte degli imperatori in essi rappresentati; ma, incominciati verso il tempo di Costantino o poco dopo, si estendono fin verso la fine del IV secolo, come è chiaramente attestato dai soggetti in essi rappresentati e meglio ancora dall’arte, che certamente non può esser quella dei primi tempi dell’impero, mentre si accorda perfettamente colla decadenza dell’epoca accennata.

III. I tipi del rovescio (tenuto per dritto come di consuetudine, il lato che porta la testa o il busto, più comunemente d’un imperatore romano e più raramente d’un personaggio storico o mitologico) ci offrono rappresentazioni, che, direttamente o indirettamente, si riferiscono ai giuochi.

I due primi punti sono troppo chiari ed evidenti per meritare una dilucidazione. Mi fermerò invece a fare qualche osservazione sul terzo, o per dir meglio, rinnoverò un’osservazione di Charles Robert, che mi pare molto ragionata e ch’egli assai bene espose nel suo studio sui Contorniati pubblicati nella Revue Numismatique Belge del 1882. Egli osserva come i numismatici suoi predecessori, fra