Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1895.djvu/295


appunti di numismatica romana 281

Il secondo a tav. V, n. 11, appartiene al Museo Britannico:

D/ — SELEVCVS. Auriga col frustino e la palma fra due vasi contenenti tre palme ciascuno.
R/ — Auriga in biga veloce a sinistra.

Il terzo a tav. VII, n. 7 è del Gabinetto di Vienna:

D/ — COSMVS. Auriga col frustino e la palma.
R/ — SERACVSVS. Cavallo vincitore ornato d’una palma.

Il quarto a tav. XII, n. 5, è del Gabinetto di Francia:

D/ — Busto a destra di Mercurio.
R/ — Caduceo alatonota.

Il quinto a tav. XIII, n. 9 è pure del Gabinetto di Francia:

D/ — Testa di Nerone.
R/ — Le tre Furie raggruppate in un solo corpo. Nel campo due serpenti e sette stelle.

A questi ne posso aggiungere altri due, coi quali si chiude la piccola serie dei Contorniati incusi che sono a mia conoscenza. 11 primo di questi appartiene al Gabinetto di Brera:


1

    Coll. Galy di Periguex, il quale però ofrre la curiosa eccezione delle iscrizioni a rovescio:

        Dr. — astvri nika. Auriga col frustino e una palma fra due cesti in vasi, da ciascuno dei quali escono tre palme.
        Rov. — Quadriga vincitrice di fronte e all’esergo botrocales.
        Oltre le leggende a rovescio, anche gli aurighi portano il frustino colla sinistra, il che dimostra che si volle precisamente fare un negativo. — Una spiegazione riesce estremamente difficile.

  1. Sabatier dà anche un Contorniato di M. Aurelio (Tav. XIV, i), sul rovescio del quale figura un albero e una iscrizione inciisa; ma questo però non è da considerarsi come vero Contorniato incuso, sibbene come un Contorniato a rovescio liscio, su cui venne eseguita una incisione ed esce quindi da questa categoria speciale.