Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1894.djvu/346

328 f. gnecchi – appunti di numismatica romana

riale. Non è difficile capire come una moneta di bronzo potesse esser ritenuta di maggior valore con un rivestimento quantunque sottilissimo d’argento; mentre d’altra parte riesce poco spiegabile il fatto che in quei tempi una moneta d’argento potesse essere tale solamente alla superficie, a detrimento generale del pubblico. Nello stesso tempo io debbo confessare che il complessivo aspetto della moneta, per me è semplicemente quello di un piccolo bronzo.

" Io spero che qualche futura scoperta porterà maggior luce sul punto da Lei sollevato. La mia principale ragione nel fissare la monetina per la sua Collezione era l’interessantissima variante nei nomi del Cesare sotto il quale aspetto finora sembra unica.

" Colla massima stima


Suo Dev.mo


H. Montagu.