Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1892.djvu/140

134 necrologie


MATTEO CAMERA.


Il 2 dic. 1891 moriva il Cav. Matteo Camera di Amalfi, appassionato e dotto cultore degli studi storici ed archeologici. Pubblicò parecchi lavori importanti sulla storia delle provincie meridionali d’Italia, specialmente sulla sua città nativa, e con accurate e pazienti indagini, corresse le inesattezze della storia amalfitana del Pansa e ne colmò le lacune.

Il Camera si occupò pure della numismatica medioevale del mezzodì d’Italia, ed a lui dobbiamo l’importante scoperta di un denaro, del XIII secolo, coll’iscrizione civitas amalfia; di una monetina interessantissima di Gaeta coi nomi di Giovanni e Marino consoli; per non dire di altrettante inedite da lui pubblicate e che furono argomento di speciali monografie. Egli comunicò pure parecchie notizie allo Spinelli, il quale, nella prefazione della sua opera Monete cufiche, ecc., fa cenno di questa efficace cooperazione.

Di più, nei suoi lavori storici: Gli Annali delle due Sicilie — Annali Storico-dipl. di Amalfi — Giovanni I e Carlo III di Durazzo, trovansi importanti cenni numismatici, e, sebbene, alle volte, egli accetti troppo facilmente induzioni e dubbie notizie di antichi scrittori, nondimeno in quei lavori potrà attingere un prezioso contingente chi vorrà occuparsi di questa parte della numismatica italiana, sinora così poco conosciuta.

Il Camera lascia una preziosa raccolta di documenti relativi alla Storia napoletana.

A. G. S.




FRANCESCO REALE.


Il 22 febbr. scorso, a Pavia sua patria, moriva Francesco Reale, custode della Pinacoteca Malaspina, appassionato raccoglitore di oggetti d’arte ed anche di medaglie. Lasciò la sua collezione al Civico Museo della città natale.