Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/574


medaglie del vellano di padova in onore di paolo ii 555


Asterisme.svg


La quinta medaglia, lavorata dal Vellano in onore di Paolo II e della quale si conservano due esemplari nel Museo Civico di Vicenza1, è di dimensioni minori della descritta. Il suo diametro raggiunge appena i millimetri trentatrè. Rappresentasi nel diritto il Papa volto a sinistra con la testa scoperta e indosso il piviale. Il profilo, la posa e la foggia degl’indumenti sono gli stessi della medaglia di trentanove millimetri. Intorno al busto dì Paolo corre la leggenda: PAVLVS • VENETVS • PAPA • II. Nel rovescio è scolpito il palazzo di Venezia in Roma, somigliante, come dice il Gualdo, a «un gran castello». Vi si legge all’ingiro: HAS • AEDES • CONDIDIT • ANNO • CHRISTI MCCCCLXV2. È anch’essa una delle medaglie, illustrate dall’Armand e riprodotte dal Litta3. Ma il rovescio,

  1. Oltre a questi e agli altri esemplari, dei quali si è fatto cenno, conservasi nel Museo Civico di Vicenza un bell’esemplare, in metallo dorato, della medaglia di millimetri settantotto, che fu coniata in memoria del Concistoro pubblico del 1466. È la medaglia, che fa riprodotta dal Litta, al n. 18 e si incontra nel novero delle medaglie papali del Trésor de Numismatique et Glyptique, II, 5 e nell’Historische Münz-Belustigung del Kochler, II, 201. Nel diritto si rappresenta Paolo in trono, che presiede al Concistoro ed ha all'ingiro la leggenda: sacrvm . pvblicvm . apostolicvm . consistorivm — pavlvs . venetvs . pp . ii. Mirasi nel rovescio Gesù in cielo; nella parte superiore una moltitudine di Angeli e nella inferiore, a destra e a sinistra. Apostoli e Dottori e al basso la Vergine e san Giovanni Battista, che adorano la croce, e la risurrezione de’ morti per gli Angeli che suonan le trombe. Vi si legge all'intorno: ivstvs . es . domine . et . rectvm . ivdicivm . tvvm . miserere . nostri . do . miserere . nostri. È la medaglia in un «pièce en or de la valeur de 20 sequins, dont, dice l’Armand, «nous avons vu un bel exemplaire entre les mains de M. A. Hess, de Francfort-sur-Mein». «Elle, soggiunge, a été executèe, comme une monnaie, c’est-à-dire avec un faible relief et a été frappée». Tom II, pagina 34.
  2. «In altra (medaglia) si porge lo stupendo palagio di S. Marco, quasi un gran castello, nelle quali (medaglie) tutte sta effigiato il Papa mirabilmente. In questa sta scolpito: has . aedes . condidit . anno . christi: mcccclxv». Gualdo, Msc. cit.
  3. Armand. Tomo II, pag. 82, n. 4― — Litta, op. cit. Barbo, n. 4,