Apri il menu principale

Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/546


annotazioni numismatiche genovesi 527


Il lettore avrà facilmente compreso lo scopo dell’osservazione mia a questo riguardo, quello cioè di spiegare in modo analogo la mancanza di minuti col nome dei Re Francesi Ludovico XII e Francesco I1. Ma non credetti bene di dire allora, che io non ignorava l’esistenza dei denarini di un Governatore per Ludovico XII. Infatti, 4 o 5 anni addietro, aveva acquistato una bellissima monetina a fior di conio, con tutti i caratteri del XVI secolo e colla leggenda f c . g i, nella quale indubbiamente era indicato Filippo di Cleves. Disgraziatamente tale minuto andò smarrito poco dopo l’acquisto fattone, in causa dei troppo frequenti cambiamenti di residenza, né mi credetti più autorizzato a pubblicarne il disegno, trovandomi privo della testimonianza dell’originale. Mi limitai a parlarne con alcuni amici, e se ho dovuto rinunziare alla speranza di rinvenire l’esemplare perduto, non rinunziai a quella di poterne scoprire qualche altro in seguito.

Venne alla fine il momento fortunato, ed ora mi trovo possessore di sei minuti del Cleves, cioè quattro eguali a quello perduto, e due altri variati nella leggenda. Credo sia utile riportare il disegno di tutti, perchè sono varianti di conio, e perchè i

  1. Rimando il lettore alla VII Annot. in Giornale Ligustico, 1882, circa l’attribazione di minuti ai due Re Francesi in qualche catalogo di vendita. Quello dato a Ludovico XII non d che un minuto del primo Governatore per Carlo VI, con IANVA, preceduta dalla sigla di zecca L; l’altro (N. 676 del Catalogo Franchini), assegnato a Francesco I, è un Carlo VI, nel quale si scambiò il K in F. Per maggior sicurezza riporterò qui la leggenda di un minuto di Carlo VI ben conservato, avuto da poco tempo e colla stessa sigla di quello: K : REX : F : D : IAN : B :