Pagina:Rivista italiana di numismatica 1890.djvu/498


NECROLOGIA




Mons. GAETANO BAZZI.


Il giorno 15 settembre scorso moriva in Cremona Monsignor Gaetano Bazzi. Nato a Cassano d’Adda, il 27 marzo 1847, entrò a 14 anni in Seminario e fu ordinato Sacerdote nel 1870 a Tortona. Nel dicembre dell’anno seguente S. E. il Vescovo di Cremona, Mons. Bonomelli, lo nominava suo Segretario, e nel 1886 gli conferiva la nomina di Canonico della Cattedrale.

Era appassionato raccoglitore e distinto Numismatico. Valente quanto modesto, si compiaceva nel poter giovare a tutti coloro che, in materie archeologiche lo richiedevano di consiglio e di lumi. Anima candida ed eletta, non ebbe mai un nemico e quanti ebbero la fortuna di avvicinarlo, si dichiararono felici d’averlo conosciuto.

Nel 1886, in collaborazione col Can. Milziade Santoni di Camerino, pubblicò il Vademecum del raccoglitore di monete italiane, ossia repertorio numismatico che ne contiene i motti e gli emblemi, i Signori Feudatarii e le loro zecche, la bibliografia ed altre molte indicazioni. È un manuale molto pratico e utilissimo specialmente per raccoglitori novizi. Mons. Bazzi, modestissimo, non dissimulava a chicchessia i difetti e le lacune, ch’egli aveva già notato nel suo lavoro, il quale del resto è di un genere di assai difficile compilazione e si proponeva di migliorare quel manuale e di farne una seconda edizione; quando lo colse